Rapture

Rapture è un progetto visivo partorito durante l’inverno 2016 nelle notti milanesi. Io e Davide Forini volevamo creare qualcosa che accompagnasse i pensieri senza rinchiuderli in trame e suggestioni predefinite. Dopo tre mesi di lavoro finalmente oggi si debutta! Di seguito troverete trailer e film completo! Non giudicatelo, vivetelo. Ad alto volume, su uno schermo enorme. Sotto effetto di droghe, se potete.

Per buona parte della mia vita ho cercato di dare senso logico a ciò che mi appariva assoluto. Col tempo mi sono reso conto di quanto fossi inadatto a questo compito. Nonostante il fascino questo tema esercitasse su di me, sono stato bloccato da palesi limiti umani, oltre che individuali: giungendo alla conclusione che non sia possibile indagare qualcosa che non segue logica.

Frustrato dalla ricerca e dal tentativo di trasformare i miei pensieri in parole ho deciso, che avrei seguito il processo opposto. Mi sono interessato a ciò che non è pensiero, cioè le sensazioni, l’esperienze fisiche, poiché più vicine alla natura, alla realtà delle cose, al mondo, all’universo e perciò all’assoluto.

Il risultato di questo processo è un progetto audiovisivo chiamato Rapture (Cioè una stimolante danza di pixel senza canoni di racconto, solo un’esperienza intima per l’individuo.) Che sono riuscito a realizzare grazie a Davide Forini (caro amico che ha dimostrato di saper sopperire abilmente alle mie mancanze organizzative oltre che a quelle artistiche).

Per fare questo è stato necessario rimuovere il più possibile elementi appartenenti al Kitsch, cioè le immagini comunemente famigliari alla vita umana considerate accettabili: un bambino che piange la madre, un soldato che combatte per la patria, un singolo che affronta i più.  Questi elementi di disturbo che fanno da padrone nella maggior parte della produzione cinematografica americana (e quindi che arrivano nelle nostre case) costituiscono un forte freno alle infinite possibilità dei sensi.

Questa scelta, certamente poco popolare, è stata fatta con la consapevolezza che, se presentato senza equilibrio, il risultato finale sarebbe stato troppo straniante per chiunque. Per questo l’intero spettacolo è stato minuziosamente preparato a partire da elementi comprensibili, in modo che tutti possano facilmente accedere a ciò che comprensibile non è: ovvero quel mare infinito che è l’ignoto.

Annunci

Un pensiero riguardo “Rapture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close