Tomita – Reverie

Il mondo, tutto, è liquido. Non c’è discontinuità tra le cose. Noi abbiamo bisogno di classificare, di distinguere, perché siamo primitivi. La realtà è troppo complessa per poterla affrontare senza nomi.
 
In verità non ci sono confini, né colori, né individui. Sarebbe come andare al mare e dare i nomi all’acqua. Come in un fiume tutto è compreso ed esiste solo come seguito di altro. Tutto è legato. 
 
Solo gli uomini di saggezza vivono sereni. Consapevoli che questo flusso è la natura della realtà, non ci si compiace, non ci si condanna più. In verità, non sappiamo nemmeno il nostro di nome e non c’è certezza più dolce.
 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close